Dicembre, 2018

dom02dic17:00Improvisation sur DebussyDodici libere narrazioni sul Primo Libro dei Preludi (omaggio a 100 anni dalla morte)17:00 Teatro Comunale “Luciano Pavarotti”, Modena, Via del Teatro, 8, 41121 Modena MORassegna:Wikiclassica.moEventi:Concerto in abbonamento

Giorno e Orario

(Domenica) 17:00

Luogo

Teatro Comunale “Luciano Pavarotti”, Modena

Via del Teatro, 8, 41121 Modena MO

Programma di sala

Riletture dal ​​Première Livre ​​ dei Préludes di Debussy
di Paolo Aralla, Nicola Evangelisti, Francesco La Licata

Luca Scarlini​​ testi e voce narrante
Stefano Malferrari​​ pianoforte
FontanaMIXensemble
Francesco La Licata​​ direttore

Biglietto da 5 a 10 euro
Per gli abbonati GMI biglietto a 1 euro

Il FontanaMIXensemble propone qui una rilettura del Première Livre dei Préludes di Claude Debussy attraverso le elaborazioni appositamente scritte da alcuni compositori che ruotano attorno al gruppo bolognese. Le elaborazioni interagiscono con l’originale pianistico e con trame testuali affidate allo scrittore e saggista Luca Scarlini che, proprio a partire dai titoli del Primo Libro dei Preludi pianistici, racconterà la rivoluzionaria concezione del tempo sospeso e immobile in Debussy.

FontanaMIXensemble Il FontanaMIXensemble nasce nel 2002 dalla condivisione, da parte dei musicisti che ne fanno parte, di un progetto in cui interpreti e compositori lavorano in stretta collaborazione alla produzione di opere musicali a carattere anche multimediale. Dal 2004 al 2009 è stato ensemble in residenza presso il Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Università di Bologna ed è presente in varie sedi concertistiche: Festival REC di Reggio Emilia, Istituto di Cultura giapponese di Roma, Teatro Comunale di Bologna, Festival Milano Musica, Associazione Nuova Consonanza di Roma, MAMbo, Amici della Musica di Palermo, Villa Romana di Firenze, Festival Angelica di Bologna, Biennale Musica di Venezia, Festival Tone Generation di Malmö, Cité de la Musique di Strasburgo, Festival Demetria di Salonicco. L’interpretazione di opere del secondo Novecento (da Sciarrino a Scelsi, Berio, Donatoni, Grisey, Bussotti, Cage, Crumb, Ligeti, Nono, Kurtag), assieme alle proposte di nuove opere spesso commissionate appositamente, rappresentano lo spazio musicale nel quale agisce il FontanaMIX Ensemble. Fondamentale la sinergia dell’ensemble con i compositori Kaija Saariaho, Fausto Romitelli, Jonathan Harvey, Tristan Murail, Sylvano Bussotti, Toshio Hosokawa, Gilberto Cappelli, Francesco Carluccio, Giorgio Magnanensi, Paolo Aralla, Atli Ingolfsson, Paolo Perezzani, Giulio Castagnoli, Nicola Evangelisti Maurizio Pisati, Andrea Agostini, Andrea Sarto, Franco Venturini. FontanaMIX, nell’ambito del progetto EXITIME, dedica ogni anno un ritratto ad un’importante figura del panorama compositivo internazionale: Kaija Saariaho, Wolfgang Rihm, Jonathan Harvey, Georg Crumb, Tristan Murail, Sofia Gubaidulina, Ivan Fedele. Dal 2004 FontanaMIX ha realizzato il progetto EXITIME, una rassegna di concerti, seminari e incontri dedicati alla musica moderna e contemporanea. EXITIME vede lavorare insieme i compositori invitati, l’ensemble FontanaMIX e i solisti ospiti. EXITIME è uno spazio aperto nel quale i diversi aspetti dell’esperienza musicale trovano un naturale ambiente di confronto culturale, il cui obiettivo sta nella crescita artistica dei giovani compositori, interpreti e critici coinvolti nel progetto, nonché nella maturazione del pubblico aperto al nuovo.

Luca Scarlini Saggista, drammaturgo, storyteller in scena, spesso insieme a cantanti, attori e anche in veste di interprete. Insegna all’Accademia di Brera e in altre istituzioni italiane e straniere; collabora con numerosi teatri e festival in Italia e all’estero. Collabora con Radio3 e ha scritto in molti contesti delle relazioni tra musica e società, intervenendo nei programmi di sala di vari teatri europei, curando anche rubriche per il Teatro Regio di Torino; suoi testi sono tradotti in numerose lingue. Tra i suoi libri: La musa inquietante (Cortina) Equivoci e miraggi (Rizzoli), D’Annunzio a Little Italy (Donzelli), Lustrini per il regno dei cieli (Bollati Boringhieri), scrive regolarmente su “Alias” del Manifesto e su “L’Indice dei Libri”.

Pin It on Pinterest

X