Settembre, 2022

sab10set18:0022:00TALENTI DAI CONSERVATORIMaratona Premio delle Arti 18:00 - 22:00 Cortile del Leccio, via Francesco Selmi 67, Modena Rassegna:Musica al VerdeEventi:Offerta Libera

Giorno e Orario

(Sabato) 18:00 - 22:00

Luogo

Cortile del Leccio

via Francesco Selmi 67, Modena

Programma di sala

TALENTI DAI CONSERVATORI

Maratona Premio delle Arti

Il Ministero dell’Università e della Ricerca (MIUR), nell’ambito delle attività di promozione artistica, bandisce ogni anno il “Premio Nazionale delle Arti”, un concorso rivolto agli studenti regolarmente iscritti alle Istituzioni e ai corsi accreditati del sistema AFAM (Conservatori, Istituzioni di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica), articolato in varie sezioni.
Per quanto riguarda l’interpretazione musicale, le sezioni coinvolte sono: Canto lirico e musica vocale da camera; Chitarra, arpa e mandolino; Composizione; Direzione d’Orchestra; Fisarmonica; Organo; Jazz; Percussioni; Pianoforte; Musica da Camera e d’Insieme; Musica elettronica e nuove tecnologie; Musica per strumenti antichi e voci; Musiche pop e rock originali: gruppi, solisti e voci; Strumenti ad arco; Strumenti a Fiato. Nell’anno 2021 Gioventù Musicale d’Italia ha stipulato un accordo con la Conferenza dei Rettori dei Conservatori per coinvolgere i vincitori della XIV edizione del Premio delle Arti, con l’obiettivo di promuove l’eccellenza degli studenti, offrendo loro la possibilità di esibirsi dal vivo nell’ambito delle Stagioni delle sedi di GMI.

ore 18
Alberto Nardelli
fisarmonica
Bach, Angelis, Kholminov, Zolotarëv
ore 19.30
Prossimo vincitore per la categoria ‘Arpa’ 

Programma da definire
ore 21
Trio Jazz | Pietro Mirabassi
 sassofono – Fabio De Angelis batteria – Francesco Bordignon contrabbasso
Duke Ellington, Billy Strayhorn e brani della grande tradizione jazzistica americana

 

Alberto Nardelli, salentino, studia fisarmonica bayan al Biennio Accademico di secondo livello presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce sotto la guida del Maestro Germano Scurti. È vincitore di diversi concorsi nazionali e internazionali di musica classica. Nel 2015 si esibisce con l’orchestra “ICO T. Schipa di Lecce” per un concerto sinfonico di Shostakovich. Nel 2017 viene selezionato per rappresentare l’Italia (ottenendo il 4 posto) al prestigioso concorso mondiale “Trophée Mondial de l’accordéon” nella categoria “Masters” tenutosi in Francia. Nel 2018 si aggiudica nuovamente il 4 posto al concorso più prestigioso e ambito nel panorama mondiale della fisarmonica “71st Coupe Mondiale” a Kaunas in Lituania nella categoria “Masters Coupe Mondiale”. Nel 2019 vince il primo premio assoluto nel concorso internazionale fisarmonicistico “Italia Award 2019” a Roseto degli Abruzzi. Nello stesso anno vince la XIV edizione del Premio Nazionale delle Arti nella sezione interpretazione musicale – sottosezione fisarmonica, al Conservatorio di Musica “L. Perosi” di Campobasso (sede designata dal MIUR). Nel 2020 è ospite, con il trio di fisarmoniche “Sirius Accordion Trio”, della trasmissione televisiva “Unomattina in Famiglia” su RAI1 nella quale rappresenta il Conservatorio Tito Schipa di Lecce e la fisarmonica bayan nel campo delle eccellenze artistiche italiane. Vari sono i teatri in cui ha suonato: Teatro Apollo di Lecce, Teatro Campana di Osimo, Cineteatro Louletano (Loulé – Portogallo), Teatro Tarentum di Taranto, solo per citarne alcuni. Ha partecipato a diversi festival: “Ascoli Piceno Festival”, “Magliano ti amo”, “Il Sallentino Festival”, “Arabian Teras Festival” facendo coppia sul palco con Daniela Miglietta (in arte Mietta) e tanti altri. Ha seguito inoltre corsi di perfezionamento con i maestri di fama internazionale: Lips, Vasovic, Flammini, Feniuk, Maric, Pitocco. Attualmente si sta preparando ad affrontare i diversi concorsi più prestigiosi
internazionali e mondiali per fisarmonica e tiene, inoltre, un’intensa attività concertistica solistica e cameristica con il Sirius Accordion Trio

 

Il Trio formato dal sassofonista Pietro Mirabassi, dal contrabbassista Francesco Bordignon e dal batterista Fabio De Angelis, tutti coinvolti in manifestazioni e concorsi di rilievo, in ambito jazzistico e non, sul territorio nazionale. I tre si conoscono all’interno del Conservatorio di Vicenza e nel 2019 vincono il Premio Nazionale delle Arti per la categoria Jazz, aggiudicandosi il Premio dedicato in quell’occasione a Pino Daniele. Il trio pianoless fonda le proprie radici nel repertorio della grande tradizione jazzistica americana, rivisitandone le sonorità grazie al carattere solistico di ognuno dei musicisti.

 

Pin It on Pinterest

X